Entroterra

Questa terra, dalle marcate peculiarità ed ancora indomita e suggestiva, custodisce aspetti ed elementi di grande interesse sia culturale che umano. Basta percorrere una manciata di chilometri, dalla costa verso l’interno, per immergersi nel suggestivo patrimonio storico-archeologico che affonda le sue radici nella millenaria cultura dei nuraghi, dei dolmen, delle necropoli, degli stazzi.
Il paesaggio è caratterizzato da una spiccata pendenza del terreno e da rocce affioranti, anche alle quote più basse.
La vegetazione è formata dalla tipica macchia mediterranea (leccio, roverella, sughera, olivastro, lentischia, corbezzoli e varie altre essenze arbustive).
La fauna è costituita da varie specie animali ormai rare (aquila reale, aquila del Bonelli, gabbiano corso, foca monaca ed il cervo sardo) e specie più comuni (falchi, gufi, cormorani, volpi, cinghiali, martore e gatti selvatici) inoltre si possono ammirare tutti quegli uccelli che nidificano nei numerosi e vasti stagni e canneti vicini alle coste (gru, fenicotteri…).

Comments are closed.